HOME PAGE
CRONOLOGIA

DA 20 MILIARDI
ALL' 1  A.C.
DA 1 D.C. AL 2000
ANNO x  ANNO
PERIODI STORICI
E TEMATICI
PERSONAGGI
E PAESI

ANNO 300 d.C.

QUI riassunto:  PERIODO DI DIOCLEZIANO  dal 284 al 305 d.C.


L'ANNO 300
* UN MONDO IN MOVIMENTO
* I PRIMI ANACORETI (EREMITI - MONACI)
* NASCONO I PRIMI CONVENTI
* IN CINA "LA CURVA DI GAUSS"
* BHASA in INDIA SCRIVE  KRSNA (KRISHNA)
* MUSICA - NASCE IL CANTO ANTIFONALE
* MUSICA -NASCE LA MUSICA INDIANA

ASIA -Continua il grande movimento degli UNNI nel Kazakistan, mentre nella vicina Transoxiana (Uzbekistan) la potenza persiana penetra nella valle dell'Amu dove inizia il fiorente regno di Khwarizm. Conquistano anche Kusana, mettono altri stati sotto il loro dominio nel vicino Afghanistan, e i vari re locali diventano vassalli dei sasanidi che già insediatisi  nel 224, riusciranno a dare una unità religiosa e culturale al paese. Furono poi debellati dagli Arabi  tra il 634 e il 651 e con la loro caduta iniziò la islamizzazione della Persia

IN INDIA nella zona del Magadha una grande dinastia sta imponendosi: è la GUPTA. L'impero, la civiltà, la cultura, le lettere e l'arte Gupta danno inizio a un periodo straordinario, quello che viene definito "l'eta' classica" della storia indiana. Ne riparleremo ancora nei prossimi anni, ma fin d'ora in relazione ai fatti di sopra possiamo dire che il declino e la scomparsa di questa civiltà avverrà intorno al 450 e fu determinata proprio dalle invasioni degli Unni.

IN AFRICA dopo il declino della civiltà egiziana, lo smembramento del territorio ha creato altre dinastie. E' il periodo che nascono gli Stadi Sudanesi, mentre in Etiopia una grande dinastia (destinata a sopravvivere perfino dopo l'invasione italiana nella guerra mussoliniana del 1940 - il Negus) sale a grande potenza; la sua capitale Axum diventa uno dei più grandi centri commerciali e di potere, e  diventerà ancora maggiore quando conquisterà lo Yemen e il regno dei Sabei.

IN AMERICA nella Valle del Messico, a Teotihua-can inizia il periodo detto "Classico" dei Maya. L'influenza di questa nuova civiltà si estende poi nel Messico meridionale, nell'Honduras, nel Guatemala ma non con un potere centralizzato. I grandi centri, uniti solo da una politica teocratica, sono indipendenti e controllano i villaggi vicini con un potere politico formato da una casta sacerdotale che è la depositaria del sapere scientifico, intellettuale e spirituale. Molto sviluppate le conoscenze astronomiche e matematiche. Infatti il popolo Maya dispone di quattro calendari, uno solare, uno lunare, uno religioso e un altro di Venere.

Scarse invece le attitudini a evolversi nell'agricoltura e nelle varie altre attività con la tecnologia. Non conoscono ancora la metallurgia, la ceramica è ancora grezza, fatta con una specie di fango, e molto scarse sono le conoscenze del mondo che li circonda.

Grande magnificenza e imponenza hanno invece le costruzioni, e in parallelo la bellezza diventa splendore nelle opere scultoree e nelle pitture.

Dovremo attendere l'anno 900 per i sostanziali cambiamenti di questa civilta', quando i Toltechi riusciranno a prevalere sui Maya; a modificare la politica e l'intera loro civiltà fondando con il loro impero il grande centro di Tula (Citta' del Messico). Poi dopo cinquant'anni abbandoneranno l'intera zona e si trasferiranno nello Yuacatan dando inizio al Nuovo Regno dei Maya (Il Tolteco).

PRIMO MODELLO DI EREMITA  

In Egitto nasce l'ANACORETISMO con Antonio (SANT'ANTONIO ABATE) che si ritira nel deserto per cercarvi la perfezione dell'anima. E' la prima figura storica del MONACHESIMO. Partendo da una visione pessimistica del mondo il monaco rinuncia volontariamente ad esso per vivere nella solitudine e nella santità, donde l'atteggiamento negativo che comporta una perdita di forze e di interessi, nei riguardi della vita sessuale, dei piaceri dell'esistenza, ecc. ecc detta ASCESI.

Tuttavia la tendenza naturale dell'uomo alla socialità ha portato al riunirsi di individui aventi gli stessi sentimenti e la stessa vocazione a un tipo di ascesi diversa, nascono così i CONVENTI. Questo non è tipico solo nella religione rivelata cristiana (meno quella ebrea), ma anche in tutte le altre, in Cina, Giappone, Tibet, India.

Ma è con la prima, con quella Cristiana, che Paconio fa sorgere il PRIMO CONVENTO, anche se all'inizio tale altra forma di isolamento di gruppo era considerato un grado inferiore dello sviluppo spirituale. Sarà solo più tardi nell'Oriente greco quando associandosi agli ideali della filosofia del mondo classico, nel convento si svilupperà e darà vita alle grandi figure latine della patristica, fra cui quella raffinata figura che sarà nel 354-430 Sant'AGOSTINO e altri padri della Chiesa Cristiana.

IN CINA LA MATEMATICA fa un passo non indifferente con la pubblicazione del "libro di matematica" del maestro cinese SUN-TZU. In queste pagine compaiono i primi esempi di problemi dipendenti da una equazione indeterminata, detta anche curva degli errori o delle probabilità e che solo nel 1810 in occidente sarà nota grazie al matematico Gauss che la introduce appunto col nome di CURVA di GAUSS.

LA CHIMICA invece conosce in ZOSIMO di Panopoli un grande divulgatore di queste esperienze. In 28 volumi ci descrive le varie sostanze, le sue osservazioni sperimentali, e tutto un mondo alchimistico dove in molte pagine regnano molte pratiche magiche dell'antichità che ne fanno una vera e propria enciclopedia ad uso e consumo di coloro che pullolano e pulloleranno per secoli fino ai nostri giorni, con folletti, spiriti maligni, streghe, diavoli e i vari riti esoterici da compiere.

MUSICA

FLAVIANO un prete, e DISDORO un laico, mutuando dai riti del culto giudaico, mettono a punto un sistema musicale del canto detto antifonale, quello che in pratica è il canto alternato da due semicori.

Siamo quindi agli inizi della musica occidentale e il percorso sarà ancora molto lungo.

Mentre nello stesso periodo si sta sviluppando la musica indiana, che non ha e non avrà mai in seguito fino ai giorni nostri un sistema di notazione che permetta di trascrivere un brano. Ne' subirà mai alcun cambiamento. Eppure -cosa curiosa- il ritmo della musica indiana è  molto più complesso di quello della musica classica o leggera occidentale, e gli effetti melodici, generati da intervalli minori del semitono e da una grande ricchezza di abbellimenti, sono molto più delicati.

Si è trasformata, si è evoluta nel corso dei secoli, ma la teoria musicale indiana di oggi è ancora identica, strutturalmente, a quella di 2000 anni fa.

Le melodie si fondano sul raga , un "modo", che significa "stato d'animo" e identifica una particolare emozione che il compositore è chiamato a destare. Il compositore-suonatore (vero professionista e nello stesso tempo compositore musicale della sua musica) sceglie un raga, esegue un semplice motivo, fa delle improvvisazioni su quella base, e conclude infine con un'esibizione di virtuosismo. Solo oggi con la facile riproduzione magnetica possiamo avere le interpretazioni dei grandi artisti indiani, in precedenza tutto era nella testa dell'autore e nulla ci è rimasto di scritto (come improvvisazione potremmo paragonarlo alla musica Jazz anche se ha ben altri connotati e tradizioni).

LETTERATURA

BHASA in India è il piu' famoso scrittore di tutti i tempi. Grande autore di testi teatrali, drammi, commedie, tragedie, scrive il piu' famoso testo che ci illustra e ci aiuta a capire la grande religione indiana.
E' il Balacharita, la leggenda del KRSNA (o KRISHNA), l'eroe leggendario indiano divinizzato. Questo "profeta" si rivela come un avathara di Visnu', oppure figlio dello stesso Dio supremo "Io sono l'origine e la fine di tutto l'universo. Nulla vi e' che mi sia superiore. In tutti gli esseri io sono la vita" 
La religiosità corrispondente a questa singolare esaltazione della sua figura, è infatti una dedizione piena d'amore verso gli uomini.
Senza nulla togliere ai credenti di ogni altra religione queste esaltazioni mistiche sono molto simili ad altri personaggi; ne abbiamo infatti dentro la storia parecchie testimonianze.

PROSEGUI NELL'ANNO 301 >