HOME PAGE
CRONOLOGIA

DA 20 MILIARDI
ALL' 1  A.C.
1 D.C. AL 2000
ANNO x  ANNO
PERIODI STORICI
E TEMATICI
PERSONAGGI
E PAESI

(pagine in continuo sviluppo  (sono graditi altri contributi o rettifiche)

< < Vedi QUI i singoli periodi in
"RIASSUNTI DELLA STORIA D'ITALIA"

ANNO 1048

*** IL MOVIMENTO DEI "PATARINI"


*** A ROMA dopo la morte di papa Clemente eletto da Enrico III, e il rientro improvviso a Roma di BENEDETTO IX, non gradito nella capitale dai filo-tedeschi, questi ultimi  riescono a innecare un'altra rivolta popolare ed il papa è nuovamente cacciato da Roma. 
Col soglio vacante viene eletto il 17 SETTEMBRE il tedesco POPPONE che prende il nome di DAMASO II. Ma muore dopo nemmeno un mese di pontificato il 9 AGOSTO. Dopo cinque mesi di vuoto, viene eletto un altro tedesco BRUNONE, che però verrà consacrato Papa con nome di LEONE IX solo il 12 FEBBRAIO del prossimo anno.

ELEZIONE DI PAPA DAMMASO II o DAMASCO, Poppone, bavarese (1048)

Poppone cardinale di Brixen (odierna Bressanone) e del sud Tirolo fu eletto pontefice il 17 luglio del 1048. Il suo pontificato durò circa 22 giorni.
La sua elezione fu dovuta essenzialmente ai poteri tuscolani che sempre di più tendevano a Roma, soprattutto dopo la definitiva defenestrazione di Benedetto IX, contro tutte le direttive imperiali. L'enciclopedia cattolica così riporta la storia:
<<Benedict IX, who continued in his wonted manner to disgrace the papacy for a further period of eight months before disappearing entirely from history. On Christmas Day, 1047, an embassy sent by the Roman people brought the tidings of Clement's death to Henry III, at Pölthe in Saxony, and besought the emperor as Patricius of the Romans to appoint a worthy successor. The envoys, according to their instructions, suggested as a suitable candidate, Halinard, Archbishop of Lyons, who had a perfect command of the Italian tongue and was popular in Rome. Henry, however, in January, 1048, appointed Poppo, Bishop of Brixen, in Tyrol, and at once directed the Margrave Boniface to conduct the pope-designate to Rome.>>

Dammaso II morì il 9 agosto 1048 a Palestrina ( ex malsana cittadina dell'agro-pontino in provincia di Roma)e fu sepolto in san Lorenzo fuori le mura.

*** A MILANO fin dal 1044 - di fronte alle tante intransigenze dello scomparso Aliberto- ANSELMO DA BAGGIO il vescovo di Lucca, con LANDOLFO COTTA e ARIALDO DA CARIMATE, in questi anni avevano creato a Milano il movimento dei "Patarini". 
Un movimento d'opinione che si era schierato contro il concubinaggio e la simonia del clero. Vizi sempre piu' diffusi e comportamenti sempre più sfrontati che si esercitavano dentro la città impunemente senza limiti con alcuni personaggi, e nel modo più arrogante. 

Gli stessi funzionari che avevano in mano l'amministrazione e che avrebbero dovuto controllare gli abusi, erano i primi a non disdegnare i denari dei corruttori, anzi spesso li sollecitavano, prima ma anche dopo la concessione di alcuni sacrosanti diritti.
Questa era la situazione alla morte di Ariberto avvenuta quattro anni fa. E contro questo stato di cose si erano ora schierati i "Patarini".
  
La nuova borghesia emergente, dentro una città che sta diventando la metropoli d'Europa e il crocevia di tutte le attività imprenditoriali dell'intero continente, non accetta più, dentro la sua economia, il parassitismo e la dazione ambientale che stava diffondendosi da anni fra alcuni soggetti appartenenti al clero, a quelli che erano legato all'arcivescovo Ariberto, ma che anche dopo la sua scomparsa, continuarono ad essere tutelati dall'arcivescovo Guido da Velate, non meno avido e venale del primo.

In sostanza i seguaci di questo movimento di protesta religioso, sostengono la necessità di una riforma della Chiesa, sul piano politico e sociale e lottano per la liberazione delle classi inferiori dalle grandi famiglie dominanti e, in genere, dai vincoli feudali, che ritengono anacronistici in questa nuova era moderna con il libero mercato alle porte e i profitti potenziali che da questi mercati si potranno in futuro ottenere.

Il Movimento Pataria, dopo l'elezione di Baggio nel 1061 come Papa (col nome di Alessandro II), conoscerà il suo tramonto, dopo la scomparsa di uno dei suoi fondatori, Landolfo Cotta; con l'uccisione del patarino Arialdo e si estinse del tutto nel 1075 con la morte del fratello di Cotta, Erlembardo.

*** INGHILTERRA - INGHILTERRA: Dopo una lunga e gradita assenza tornarono a farsi vedere nelle acque inglesi i vichinghi. Si trattava di una flotta di 25 navi guidata da Lothen e Irling che in primo luogo puntò su Sandwich dove fece uno straordinario bottino in uomini, oro e argento. Da lì puntarono verso l'isola di Wight dove però vennero completamente messi in fuga dagli uomini di Thanet. Ma i vichinghi non si persero d'animo e attraversarono l'estuario del Tamigi portando la devastazione nell'Essex mentre vanamente il re e i suoi earls cercavano di mettergli le mani addosso.

Ormai soddisfatti i nemici abbandonarono l'Inghilterra per le Fiandre dove vendettero come schiavi gli uomini che avevano catturato. La scelta delle Fiandre non é casuale: i rapporti fra re Edoardo il Confessore e il conte delle Fiandre Baldovino V sono pessimi a causa dell'ospitalità concessa agli esuli dall'Inghilterra e per via del fatto che veniva concesso ai razziatori di vendere nelle Fiandre bottino prelevato in Inghilterra.

Intanto il nuovo re di Danimarca Svein Estridsson chiese nuovamente 50 navi a re Edoardo in aiuto nella guerra contro i norvegesi guidati adesso da Harald Hardrada; ma il sentimento popolare di cui si fece portavoce l'earl del Mercia Leofric si oppose e così il re rispose nuovamente con un diniego nonostante il parere favorevole dell'earl del Wessex Godwine, zio di Svein Estridsson. 
(Inghilterra-Scozia-Irlanda - By: Alex. Bibliografia vedi anno 1000)

 CONTINUA ANNO 1049