per approfondire

http://www.vicenzanews.it/apt_pro/1848/museo.htm

VICENZA

MUSEO DEL RISORGIMENTO E DELLA RESISTENZA

a1848b.jpg (25875 byte)

Il Museo del Risorgimento e della Resistenza di Vicenza è intimamente legato alla vita morale e alle tradizioni della Città e del suo Territorio, per una serie di motivi ed argomenti che possono essere spiegati dal materiale custodito e dall'ubicazione dell'lstituto.
Il Museo raccoglie infatti memorie di eventi e di personaggi che appartengono alla Storia d'Italia e che furono in qualche modo collegati con la Storia di Vicenza.
Sono conservate inoltre una serie di raccolte, di documenti e di cimeli di uomini i quali - oltre ad essere parte attiva della Storia Patria - appartennero altresì all'ambiente sociale e alla cultura di Vicenza che ne mantiene un vivo ricordo.
E ancora, sul Colle Ambellicopoli dove sorge l'edificio di Villa Guiccioli - attuale sede del Museo - si svolse l'eroica resistenza del 1848 che vide la popolazione vicentina - in unione di sacrifici ed intenti con i volontari provenienti da varie Regioni d'Italia - impegnata nella lotta contro gli austriaci per la difesa della Città.
Il materiale conservato dal Museo è quanto mai vario ed interessante ed anche un piccolo elenco può dare veramente la misura di questa ricchezza; il nucleo principale della raccolta è infatti costituito da pubblicazioni a stampa, periodici, giornali, manoscritti, ritratti, quadri, stampe, diari, bandi e proclami, decreti, atti privati, monete, medaglie e decorazioni, carte geografiche civili e militari, armi bianche e da fuoco, bandiere, oggettistica militare di vario genere.
Individuare un filo storico conduttore del materiale del Museo non è difficile: la documentazione e i cimeli delle raccolte rappresentano infatti una succosa testimonianza degli avvenimenti vicentini e nazionali - ed in qualche caso europei - delle vicende storiche che vanno dalla Prima Campagna d'Italia di Napoleone nel 1796 alla fine della Seconda Guerra Mondiale e alla lotta di Liberazione (1945).
Si tratta di un secolo e mezzo di vicende che hanno visto trasformarsi più volte il volto politico, sociale, economico e morale dell'Europa ma anche e soprattutto hanno visto coronarsi il sogno italiano dell'indipendenza e dell'unificazione, fino alla sua redenzione sociale e politica e di rinnovamento democratico.
Le attività del Museo sono concentrate soprattutto allo sviluppo dei servizi didattici e della consultazione della cospicua ed interessante documentazione conservata.
I progetti e le proposte sono quelli di garantire all'Istituto le condizioni e gli strumenti per fare del Museo un luogo in cui la riappropriazione pubblica dei beni di cultura venga assicurata da una gestione e fruizione completa delle diverse fondamentali funzioni del Museo.

Aggiornamento 1998
Sede: Villa Guiccioli - Viale X Giugno, 115
Proprietà: pubblica
Tel.: 0444/322998 - 326023
Responsabile: Mauro Passarin
Orario: da martedì a sabato 9,00-12,30; 14,15-17,00; domenica 9,00 - 12,30; chiuso: lunedì, 1° gennaio, domenica di Pasqua, 1° maggio, 15 agosto, 25-26 dicembre
Ingresso: interi 2.000; ridotti 1.000 (biglietto cumulativo: Museo del Risorgimento e della Resistenza, Teatro Olimpico, Pinacoteca e Palazzo Chiericati, Museo Naturalistico archeologico: 9.000); domenica ingresso libero

RITORNO ALL'ANNO 1848

 TORNA A CRONOLOGIA       ALLA PAGINA PRECEDENTE