16 DICEMBRE   - RITORNO DI CASA SAVOIA IN ITALIA - Entro breve forse rientra in Italia quel bambino che Hitler voleva catturare ad ogni costo e per primo, fra il 25 Luglio e l'8 settembre 1943 (vedi 1943) "occupate Roma arrestate tutta la baracca: il Re, il governo e tutti gli altri insieme. Ma prima di tutti il principe ereditario. Voglio il bambino. Il bambino e' piu' importante del vecchio!". Hitler temeva che i Savoia mettessero Maria Josè come reggente e il bambino sul trono; mossa che avrebbe fatto riaccettare ai sentimentali italiani i Savoia, dimenticare la compromissione totale della monarchia con il fascismo. La monarchia non sarebbe poi morta al referendum. Ma non furono nemmeno sfiorati dall'idea. In quel frangente si dimostrò più acuto Hitler
Il ministro Veltroni è favorevole al ritorno in patria. Chiede però che i discendenti sanino prima una "ferita storica". "Restituite gli archivi scomparsi". Inoltre dovrebbero restituire anche i tesori mandati in Svizzera prima della fuga (41 vagoni di quadri e tesori vari). E le 108.000 monete d'oro, la "Collezione" più importante del mondo, di cui solo una parte, quella in metallo vile sembra sia rientrata in Italia. Le casse passarono da Chieti (Palazzo Mezzanotte - dove c'erano i tedeschi) il 9 settembre, poi le mandarono (dicono i Savoia) al Brennero. Furono in seguito restituite, ma non le monete d'oro. Dove sono?

TELEVISIONE E GIUBILEO 2000 - Grande invasione sui teleschermi di programmi religiosi. Salomone, Fatima, Don Milani, Inchiesta su Gesu', Miriam Ipotesi di Dio, Il quarto re, Bibbia, Geremia, Vita di Gesu', Gerusalemme ecc ecc. - I Biblisti riflettono e avvertono: "Tanta voglia di spiritualita', ma c'e' il rischio di un overdose". I Fatalisti: "Il Giubileo sta creando molta attenzione. Si sente la paura del nuovo millennio".- Maria Pagano é piu' realista: " L'industria del cinema e della Tv ha sempre saputo che la religione funziona".- Opportunismo: Le reti stanno facendo a gara per dare molto spazio alle manifestazioni religiose e vaticane. La posta in gioco e' vedere premiata la solerzia e quindi aggiudicarsi il premio: cioe' l'esclusiva delle riprese del Giubileo. Un business miliardario, da far impallidire tutte le Olimpiadi messe insieme.
Ci si adopera anche per non essere sgraditi e alla canzone di Imagine, si tagliano i versi dove J. Lennon "auspica un mondo senza religione". (accaduto a Domenica In del 7 Dic.)

17 DICEMBRE   - POLITICA SCONTRO - Tutti i gruppi aspiranti a occupare una posizione di Centro sono entrati in fibrillazione. Guardano con sospetto il flirt fra destra e sinistra. Palpabile il nervosismo dopo l'incoraggiamento di Violante "una destra moderna, e la sinistra deve aiutarlo". Fra AN e FI e' scontro frontale per le frasi dolci di Violante a Fini. PUBLIO FIORE "Ce l'ha insegnato proprio Berlusconi che bisogna dare i bacetti a D'Alema. Ci siamo adeguati". - NATTA "Non tocca a Violante soccorrere i nostri avversari. La sinistra pensi a se stessa : e' forte perche' questa destra fa ridere".

18 DICEMBRE  - PARTITO DEI SINDACI - Dopo gli eclatanti risultati "personali" ottenuti nelle rispettive grandi citta' i sindaci eletti scalpitano e puntano in alto avvertendo i partiti. Si sentono in grado di creare una forza e governare con piu' autonomia e replicano alle accuse di D'Alema di fare localismo e di essere dei cacicchi. Bassolino "Non e' che vogliamo diventare classe dirigente. Noi siamo gia' classe dirigente del Paese. Il ruolo dei partiti ? non possono piu' essere quello che sono stati per 50 anni". Ma quelli delle Province ci sono rimasti male per non essere stati nemmeno interpellati "e noi chi siamo ?"

19 DICEMBRE   - ADDIO AGRICOLTURA ITALIANA - L'Europa verde e' ormai un ricordo. Guerra del latte. Guerra delle olive. Guerra delle arance. Ed ora arriva sul tappeto la Guerra del riso. Una intera economia rischia la paralisi per colpa dell'Europa. Da Novara e Vercelli "Comandano ormai gli USA che favoriscono Egitto, Thailandia, Caraibi. Producevamo 13 milioni di quintali (meta' della produzione europea). C'era da aiutare i Paesi del famigerato GATT , con importazioni a dazio zero. Si e' cosi' cominciato con 200 mila quintali, ora siamo arrivati a 4 milioni, un terzo della nostra produzione, con prezzi irrisori, dove non possiamo competere, perche' alcuni paesi usano mandare i bambini schiavi nei campi. E' bene che lo sappiano gli italiani cosa mangiano: il frutto del lavoro minorile. Come per i palloni cuciti per 170 lire che ha scandalizzato mezzo mondo.

Stesso problema in Sicilia per le arance. Produttori sul piede di guerra. - Catania, parla Colaianni " Si preferisce importare dall'Algeria, Spagna, Marocco per fare un favore al 16mo partner dell'Unione Europea, gli Usa, che stanno riconquistando i mercati perduti durante gli anni d'oro dell'Europa Verde. Con questi diktat e leggi si rischia lo scontento generalizzato e si va' verso una Italia senza agricoltura. E' in atto uno smantellamento. La fine in Europa di un periodo storico, quella dell'agricoltura protetta. Questo sistema di protezione del reddito agricolo non poteva durare a lungo: costava troppo. Oggi il vero potere agricolo mondiale e' il Green Power di Washington.

20 DICEMBRE  - GRUPPO DI PIETRO - Fa il suo primo intervento ufficiale come Senatore e spacca l'assemblea dell'Ulivo. Si fa subito sentire a chi gli gira intorno a tirargli leggermente la giacca. "O la coalizione diventa partito o io procedo".

21 DICEMBRE   - PALLONI E BAMBINI - Forte impressione ha fatto in Italia l'inserto messo dal Corriere: un ampio servizio documentato sullo sfruttamento dei bambini che cuciono i "palloni d'oro" delle grandi multinazionali. Che pero' cadono dalle nuvole: Non abbiamo responsabilita'. Noi chiediamo l'assicurazione e loro ce la firmano. Dall'inchiesta risulta che vengono confezionati nel Terzo Mondo dai 30 ai 40 milioni di palloni (il 90% del venduto nel mondo) sfruttando i minori, a 170 lire l'ora. Nelle risaie ricordate sopra (ci lavorano bambini di 6 anni) e nelle fabbriche di palloni o giocattoli confezionati per l'occidente, risultano esserci 250 milioni di bambini sfruttati. I produttori tranquillamente con i lucrosi guadagni possono mangiare e bere tranquillamente aragoste e champagne tutti i giorni. E' la legge del liberismo! Portare via agli "stupidi" poveri per far diventare gli "intelligenti" ricchi .

22 DICEMBRE   - POLITICA E REGALI DI NATALE - Nuove iniziative della Procura di Milano. Chiesto il processo per Berlusconi, e si chiede il rinvio a giudizi anche per Previti, Squillante e Pacifico. - FINI attacca " E' un atto con precise finalita' politiche".
Intanto PRODI festeggia il Natale e benedice "il Partito dell'Ulivo che cresce con i tempi della macchia mediterranea" e boccia Berlusconi "Tocca a Fini riorganizzare la destra".
Intanto dopo i Cobas Latte, Olive, Arance e Riso, un'altra "gatta da pelare" i trasportatori artigiani che vogliono paralizzare la rete stradale italiana durante le feste di Natale con l'"Operazione lumaca".

23 DICEMBRE   - DALLA POLVERIERA NORD-EST: CACCIARI "Prima gli agricoltori, ora gli artigiani. Siamo appena agli inizi. Il 1998 sara' l'anno della grande rivolta del ceto medio. I politici stanno sottovalutando i disagi e gli scontenti sociali, che stanno diventando un malessere profondo. Dopo gli anni del benessere si e' diffuso il terrore di una rapida discesa. E questi gruppi impauriti diventano pericolosissimi per la democrazia. Se non verranno date risposte politiche adeguate il 1998 sara' un anno di svolta. E il rischio che la protesta degeneri e' reale. Il Polo ? e' allo sbando. Non si fa opposizione cavalcando tutte le proteste. La protesta del nordest, forse nessuno se ne e' accorto, ma si e' gia' saldata a quella che emerge dal resto del Paese.

24 DICEMBRE   - REGALO DI NATALE AGLI ITALIANI - Il governatore FAZIO taglia il costo del denaro a 5,5% . Il livello piu' basso dal 1973. Siamo ai livelli della famosa crisi petrolifera. Ci si chiede ora: gli imprenditori lo utilizzeranno questo regalo?

25 DICEMBRE   - REGALO DI NATALE AI CORROTTI - Almeno cosi' sembra essere la singolare proposta del Presidente della Camera VIOLANTE: concedere l'amnistia nel 1999 ai soggetti implicati in Mani Pulite, dopo l'approvazione delle riforme. Ma le polemiche non mancano e dal popolo arrabbiato della Quercia una pioggia di No via fax; mentre subito D'ALEMA corregge Violante "Prematuro, e no a baratti con le riforme". - Dal Pool, D'AMBROSIO "un provvedimento grave e se tocca solo alcuni e' anche peggio". - BORRELLI " Cosi' non lavoriamo piu'. Mi domando che senso ha lavorare ai processi, se gia' si sa' che fra due anni buona parte del nostro lavoro verra' gettato nel cestino". - A favore, NORDIO "e' giusto, solo cosi' si porra' fine alle polemiche fra magistrati e politici".

26 DICEMBRE   - MATRIMONIO SIMBOLO DELLA NS. EPOCA - I media lo hanno trasformato in un "matrimonio romantico" quello di Woody Allen e la sua figlia adottiva Soon Yi. L'America invece scandalizzata lo definisce "matrimonio con un messaggio immorale", "decadente", il "triangolo del diavolo". Allen ha sposato la sorella dei suoi figli, che cosi' diventano figliastri di Soon-Yi, mentre la loro madre Mia Farrow ex moglie di Allen gli diventa la suocera. Il messaggio ritenuto immorale e' quello che "chi vuol cambiare moglie a 62 anni, adotti una bambina a 50 anni, le dedichi "attenzioni", la "prepari", aspetti che sia grandicella, poi chieda la separazione della moglie -madre, e infine "prendersela" con un matrimonio a Venezia, con tutta la stampa che celebra l'evento ipocritamente "molto romantico".
In questo periodo "puritano" e "ipocrita" potrebbe apparire una vera sublimazione della pedofilia e dell'incesto.
A 52 anni Allen dichiarava "Due cose sole riempiono la mia mente, dalla mattina alla sera, il sesso e la morte". Per un po' di tempo il primo dovrebbe fargli dimenticare il secondo. Soldi, successo e potere, creano sempre nuovi modelli permissivi e individualisti.

27 DICEMBRE   - BORSA ANNO D'ORO IL 1997 - Un anno formidabile con un 57,8% di utili. E c'e' chi ha triplicato l'investimento con il 326% (Banco Ambroveneto). E a quanto pare il 1998 si presenta agli italiani come un altro anno felice. Soprattutto nei primi cinque mesi. Attenzione a Maggio pero'! (si affilano le armi per Maastricht in quel mese).
BRUXELLES - L'Italia balza al primo posto nella classifica europea dei Paesi che hanno realizzato il risanamento piu' spettacolare dei loro conti, passando da un disavanzo del 10,9% rispetto al Pil nel 1990 al 2,7% del 1997.

ALTRI TITOLI E SOTTOTITOLI SUI GIORNALI DEL MESE E SULLA RETE
1 I quasi 5.000 profughi albanesi ancora nei centri di accoglienza si rifiutano di rimpatriare e fanno lo sciopero della fame.
2 Il Senato vara la legge per il nuovo esame di maturità, che sarà introdotto gradualmente dal 1999.
3 Il tribunale di Milano riconosce l’onorevole Silvio Berlusconi colpevole di falso in bilancio nel caso dell’acquisto della Medusa film. La pena (1 anno e 4 mesi) gli viene condonata. Rimpatrio forzato per centinaia di profughi albanesi.
6 Alla riunione della Direzione di An Fini lancia dure critiche al partito ed ottiene l’approvazione per modificare l’attuale classe dirigente e per continuare il processo di revisione della storia del partito.
7 Di Pietro ribadisce l’intenzione di creare un proprio gruppo in Parlamento.
 Ultimo giorno come direttore de Il Giornale di Vittorio Feltri, che verrà sostituito da Mario Cervi.
9 Borrelli rinuncia alla gara per la carica di presidente della Corte di Appello di Milano.
11 La Camera approva il rientro dei Savoia in Italia : 276 favorevoli (tra cui anche il Polo), 204 contrari (tra cui Lega e Prc) e 5 astenuti.
12 La Camera riceve l’ordine di arresto di Cesare Previti sottoscritto dal giudice per le indagini preliminari di Milano Alessandro Rossato, su cui deciderà il mese prossimo.
13 Muore Giovanni Alberto Agnelli, presidente ed amministratore delegato della Piaggio.
14 Secondo turno di ballottaggio in 26 comuni siciliani, tra cui il capoluogo Caltanissetta, dove vince il candidato dell’Ulivo Michele Abbate. Vittoria per l’ex giornalista Demetrio Volcic (Ulivo) alle elezioni suppletive nel seggio senatoriale di Gorizia.
15 I difensori di Sofri, Bompressi e Pietrostefani presentano istanza di revisione del processo sul delitto Calabresi alla luce di nuove prove raccolte.
16 I presidenti di Camera e Senato nominano Giuseppe Tesauro, avvocato generale alla Corte di giustizia delle Comunità europee, successore di Giuliano Amato alla direzione dell’Antitrust.
17 Alla Camera il ministro dei Trasporti Burlando denuncia la grave situazione finanziaria delle Ferrovie, ottenendo così l’approvazione dell’emendamento alla legge Finanziaria che prevede il pensionamento anticipato dei ferrovieri in esubero.
I consigli d’amministrazione dell’Iri e dell’Alitalia approvano l’accordo tra la compagnia aerea di bandiera italiana e quella olandese Klm.
19 La Camera approva la legge di bilancio del 1998 con 312 voti favorevoli e 192 contrari.
Il Consiglio Superiore della Sanità si oppone alla cura contro il cancro del professor Di Bella, dopo che il pretore di Maglie (Lecce) ne ha ingiunto la somministrazione gratis a due malati.
20 La procura di Milano chiede il rinvio a giudizio degli onorevoli Berlusconi e Previti, dell’avvocato Pacifico e dell’ex capo dei gip di Roma Squillante per concorso in corruzione aggravata.
22 Il gip proscioglie Prodi dalle accuse di conflitto d’interessi ed abuso d’ufficio nell’inchiesta sulla cessione della Cirio da parte dell’Iri nell’epoca della sua presidenza.
Il Senato approva un ordine del giorno per la sperimentazione della terapia di Di Bella.
Scalfaro concede la grazia a sei ex terroristi. Si riaccende la polemica sull’amnistia per i reati di Tangentopoli, proposta da Violante, ed anche sull’indulto per gli ex terroristi.
23 Tir a passo d’uomo per la protesta della Confartigianato contro la legge Finanziaria.
Al Senato approvazione definitiva della legge Finanziaria.
La Banca d’Italia riduce il tasso di sconto dello 0,75 %.
Il ministro della Sanità Bindi ingiunge a Di Bella con un’ordinanza di consegnare la documentazione sulla sua terapia entro 20 giorni, altrimenti invierà i Nas per il sequestro delle cartelle cliniche.
27 Sbarcano in Calabria 825 profughi curdi.
30 Il ministro dell’Interno Napolitano dichiara che i curdi sbarcati in Italia non verranno espulsi e saranno invitati a presentare la richiesta di asilo politico.
31 Nel discorso di fine anno Scalfaro critica duramente la carcerazione preventiva e ribadisce che amnistia ed indulto sono di competenza del Parlamento. 

Continua


ALLA PAGINA PRECEDENTE