HOME PAGE
CRONOLOGIA

DA 20 MILIARDI
ALL' 1  A.C.
1 D.C. AL 2000
ANNO x  ANNO
PERIODI STORICI
E TEMATICI
PERSONAGGI
E PAESI

SETTEMBRE 1997

UN TERREMOTO NELLA BEAT-GENERATION, ADDIO ROCK
A BOLOGNA LA BEAT-IFICAZIONE -BOB DYLAN SANT'AUTORE

(nella seconda parte dell'anno - il giorno 27)

1 SETTEMBRE - TERREMOTO NELLA BEAT GENERATION - La notizia e' certa e rimbalza sui giornali con articoli a nove colonne: Bob Dylan cantera' per il Papa al Congresso Eucaristico di Bologna. La Chiesa apre al rock. Il mondo cattolico conservatore si divide, quello rockettaro anticonformista pure. Messori lo studioso "Con il cattolicesimo alla chitarra non si va' da nessuna parte, la chiesa non e' una discoteca." Risponde il Cardinale Tonini " E' un fatto storico". - Ma e' una conversione a 360 gradi rispetto a quando la Chiesa vedeva il rock come il diavolo, portatore di violenza e distruttivita' nel triangolo blasfemo di sesso, droga e rock'and roll. - I rockettari "Il prossimo anno celebreremo i 30 anni del '68 e ci sembra un tradimento di tutta una generazione. Bob Dylan, lui il "profeta della contestazione", ha dimenticato tutto, o battendo la testa nell'ultimo incidente o si e' venduto". Si parla di un miliardo di ingaggio e tre giorni dopo la manifestazione lancera' il suo disco dopo sette anni di silenzio. Una conversione (non e' la prima volta) con la calcolatrice in mano, lui che odiava e faceva odiare "lo sporco denaro". E' un terremoto nella beat-generation, addio rock, morira' a Bologna il 27 settembre, con la beat-ificazione di Bob Dylan. Al posto del contegnoso e religioso silenzio di un altare con il mistico liturgico canto gregoriano, tremera' il palco con sopra il simbolo della dissacrante protesta chiassosa e rockettara degli anni '68.
Insomma sar´┐Ż un terremoto

2 SETTEMBRE   - MORTE DI DIANA - Nello choc, si cerca un capro espiatorio per la sua morte, c'e' una sollevazione contro i paparazzi, accusati di averla uccisa con i loro inseguimenti per farle una foto. Ne segue un processo alla stampa e ai media, che pero' si difendono: "Era la donna dei media per eccellenza, si divertiva anche a scappare, se no perche' si faceva vedere tanto in giro? - Oliviero Toscani " Vogliono criminalizzare quei ragazzi che erano li', ma la richiesta di fotografie di Diana era altissima e ora cercano il capro espiatorio di un mondo drogato e ipocrita. Diana poteva scegliere luoghi piu' appartati invece ha sempre giocato un po' con i fotografi a nascondino in un patetico e tragico tentativo di vivere un'atmosfera da "dolce vita" piu' di trent'anni dopo"

3 SETTEMBRE   - LA REPUBBLICA DEL SUD - Dopo la Padania di Bossi nasce " Ausonia Libero Stato del Sud" decisa dal Movimento indipendentista Lega Sud. Verra' proclamata la nuova "Nazione" in contemporanea con quella del Nord il 14 settembre a Melfi, in Basilicata. - CRISI IN CASA DEL POLO - Alcuni fedelissimi continuano a esternare, e questa volta e' Martino ex ministro degli esteri nel governo Berlusconi "Sono stanco di pesci in faccia, potrei ritornare a insegnare". La polemica e' la colazione di Berlusconi con Prodi. "Se si tratta di andar solo a colazione non ha bisogno del permesso di nessuno, se invece si tratta di andare a contrattare una strategia comune per la riforma dello Stato sociale, beh allora e' una decisione politica. Un leader che sia consapevole del suo ruolo, questa decisione la sottopone ai suoi. Non la prende per conto suo come se gli altri fossero una protesi posticcia ed inutile. Mentre qui si tratta di una scelta fondamentale".

4 SETTEMBRE  - "LA GRANDE OCCASIONE" il libro di D'Alema. Vari i commenti sui giornali. Andreotti "bel libro: i comunisti non erano una volta cosi' sinceri nel raccontare le loro liti. Trovato interessante quando si distacca dal comunismo e parla delle due ideologie morte, fascismo e comunismo. Peccato che di Pio XI cita l'enciclica sociale la Quadragesimo anno e non la Divinis redemptoris che era quella contro il comunismo"

5 SETTEMBRE   - .CALCUTTA - Si e' fermato il cuore di MADRE TERESA (Nobel per la Pace) che ha incarnato le sofferenze dell'umanita'. Ispirata dal genio della carita' fu la prima a curare drogati e malati di Aids. Pochi lo sanno, ma fu PIER PAOLO PASOLINI a "scoprire" Maria Teresa. La conobbe a Calcutta nel 1961, ne rimase affascinato e la descrisse nel suo diario Odore dell'India (Einaudi). " Dove lei guarda, vede" scrisse Pasolini.

6 SETTEMBRE   - OLIMPIADI - Atene batte Roma 66 a 41. Il Giochi del 2004 si svolgeranno nella capitale greca. Dopo tante polemiche sul pro e contro il giochi in Italia, il verdetto. Scrive Della Loggia "Una dura sconfitta per l'Italia delle promesse mirabolanti e delle spese dissennate, per l'Italia della demagogia populista e del conformismo politico.... A Losanna e' stata sconfitta quest'Italia e non altro: non il nostro Paese, non lo sport, non il tricolore ma il maldestro progetto di Roma 2000"

7 SETTEMBRE  - CONTESTAZIONI A SCALFARO - A Novara il Presidente della Repubblica viene contestato dalle camice verdi, e lui lancia un monito "Se la Lega si mette contro la Costituzione il voto padano lo fermeranno i magistrati". - Reazioni dalla Lega: Pagliarini "Ci mettano pure in galera, noi andiamo avanti. Ma ci dicono perche' abbiamo torto".

8 SETTEMBRE   - ANCORA POLO IN CRISI - Continuano le provocazioni di Casini " Il Polo e' finito: va smontato e ricostruito. Senza Berlusconi il centrodestra non puo' vincere. Ma con il solo Berlusconi non vince piu'". - Buttiglione "Rischioso scaricare il Cavaliere, tanti errori ne ha commessi e li sta commettendo, ma non dobbiamo dimenticare i meriti, se non c'era lui ora in Italia ci sarebbe solo il regime dell'Ulivo. Anche se e' giunto forse il momento di dare vita ad un terzo polo. Lo ha detto lo stesso Berlusconi che il bipolarismo e' morto"

9 SETTEMBRE   - POLO DIVISO - Ancora scontro dopo il Casini pensiero. "Caro Casini, i leader non si fabbricano, li fanno gli elettori. E il Cavaliere ne ha otto milioni. Firmato Beppe Pisano". - Il Polo non e' affatto finito ma di sicuro si litiga e il clima e' da guerra dei nervi. Smorza le polemiche FINI "Al Polo non servono i litigi, ne' andare a soccorso del centrosinistra. Serve una sola cosa: la Politica; e una vera opposizione". - Ma proprio a Roma nasce la corrente dei falchi, una corrente di Forza Italia, che chiamano il loro capo Kim Il Sung come il dittatore coreano di Pyong Yang. L'offerta di Berlusconi di aiutare Prodi nella riforma dello Stato sociale non va proprio giu'. Le castagne quelli della maggioranza se le devono togliere dal fuoco da soli.

10 SETTEMBRE   - GOVERNO DI PROGRAMMA sussurra Berlusconi (titoli a 9 colonne). Lancia l'ipotesi di un Governissimo, poi frena " Era un paradosso, un'utopia". - Ma Fini lo bacchetta "atteniamoci ai fatti, altrimenti la confusione aumenta. Di fronte a una crisi la soluzione sarebbe una sola: Elezioni". Messaggio chiaro per Berlusconi. - D'ALEMA e' dello stesso parere.
Ma se nel polo si litiga tra rifondazione e l'Ulivo e' scontro, con Bertinotti e Prodi che ipotizza "con Rifondazione rischio di collisione, rottura possibile".

11 SETTEMBRE   - VENTI DI CRISI - Ma SCALFARO scende in campo facendo arrabbiare Berlusconi "Ne crisi ne' elezioni. Sono solo schermaglie, non c'e' nulla da drammatizzare, restiamo sereni". - A sua volta Berlusconi smentisce la crisi nel Polo "Correnti di falchi all'interno di FI? e' una pura invenzione giornalistica, le correnti da noi non esistono, sono solo dei gruppi che fra di loro fanno politica come ai vecchi tempi. Io faccio il re? non mi offendo: Sto facendo il re e cerco di essere un re piu' costituzionale" - Ma il sistema "Polare" e' affollato di pianeti, alcuni lontani altri molto vicini, e qualche cometa viaggia verso campi gravitazionali di altri pianeti per unificarsi, diventare satelliti o sfasciarsi nel precipitarci: Ccd, Cdu, liberali laici, cossighiani, finiani, ultra centristi, dipietristi, destrasocialisti, craxisti ecc. ecc.

12 SETTEMBRE  - AGOSTO D'ORO PER L'AUTO - 43,72% rispetto al '96. 105.000 auto immatricolate contro 73.000. Si ipotizzano vendite a fine anno per non meno 2.300.000 auto. Cosa succedera' il prossimo anno?
La risposta sembra arrivare dalla Francia dopo gli incentivi come i nostri dello scorso anno che finiti sta ora mettendo in crisi tutto il settore. In agosto hanno avuto il 28,9 % in meno, e fino ad oggi dall'inizio dell'anno il meno 22,3%. In Italia quanto sara' il calo? Il 20% il 30% o il 40%? Con il 20% si perderebbero 20 mila miliardi, con il 30% 26 mila miliardi, con il 40 circa 36 mila miliardi. Verrebbe a mancare Iva rispettivamente di 3.600, 5.200, 7.200 miliardi.
Il settore auto dice Romiti, incide sull'intera produzione industriale dal 30 al 40%. Il che significa che un 30% in meno nella produzione auto, potrebbe essere nel 1998 il 10% in meno della intera produzione industriale.
IL DOLLARO PERDERA' IL TRONO? - Negli Stati Uniti nasce il "partito" dell'Euro. L'Usa Today titola "Investitori preparatevi, vi innamorerete dell'Euro". E il Wall Street scrive "L'Euro porra' in pericolo la condizione privilegiata del dollaro. Sara' uno scontro fra Davide e Golia e l'Euro Davide sconfiggera' Golia, facendolo deprezzare e mettendo fine alla dittatura del biglietto verde".

13 SETTEMBRE   - SECESSIONE - BOSSI inizia la Tre Giorni sul Po per la Festa dell'Indipendenza". VIOLANTE avverte " Spinte eversive nella Lega". - Ma la marcia leghista si mette in moto. Intanto il ministro della difesa Andreatta se ne esce con "Voi lombardi credete di essere al centro del mondo. Basta a queste carnevalate".- E Milano reagisce a quello che ritiene un insulto. FORMIGONI "Sono queste frasi che aumentano i consensi della Lega". - DE CORATO "Milano e' la capitale economica del Paese: lo sanno tutti, meno il ministro". - Bossi ringrazia "la gaffe ci portera' solo voti".
Intanto da Torino il sindaco Castellani esterna "Il malessere del Nord-Est e' da crescita, mentre da noi l'economia sta perdendo colpi. E nessuno pensa al Nord-Ovest. Non basta dire c'e' la Fiat. Abbiamo un tasso di disoccupazione doppio rispetto a qualunque altra provincia del Nord". - E il '98 si avvicina con la sua economia post-rottomata.

14 SETTEMBRE   - SECESSIONE - Bossi da Venezia con la sua Repubblica Padana "Ora andiamo in battaglia. Tutto da oggi sara' diverso. Siamo in doppia legalita'. Basta Roma, la citta' dei Papi. La Chiesa ha trasformato l'Italia in un immenso Stato Vaticano. Uno Stato immanente. Oppressore. I vescovoni predivano la poverta'. Praticano la ricchezza. Bicamerale ? Non hanno combinato nulla di buono. Se Roma vuol parlare ci sentiamo.
Ma sono polemiche e attacchi sul dopo Venezia per la infelice frase rivolta alla signora (nuova balilla d'Italia) Lucia, che lo aveva sfidato dal suo balcone mettendo la bandiera tricolore, facendogli perdere le staffe "quel tricolore puo' buttarlo nel cesso".- FINI "Bossi delira, ci vuole la camicia di forza".

15 SETTEMBRE   - FISCHI A TRIESTE - Come se non bastasse Venezia, animo caldo anche al raduno mondiale degli esuli. MACCANICO fa un infelice discorso alla folla in Piazza Unita' d'Italia. Viene fischiato e non puo' piu' parlare quando si levano mugugni, insulti e viene attaccato dai convenuti il coro di Va' pensiero. FINI lo affronta "rileggi i discorsi" e gli rivolge un epiteto da circo.

CONTINUA


ALLA PAGINA PRECEDENTE